8 mai 2018

Music Won’t save you – 05/07/2018

Un piccolo, “strano” ensemble che emette suoni a sua volta inusuali: non poteva esserci definizione più semplice e al tempo stesso più adeguata di quella, formulata nella sua lingua da un amico ungherese per la musica di un terzetto che quell’espressione ha appunto mutuato a propria identificazione, a sua volta non meno curiosa.

Se così nasce il nome di Zura Zaj, la musica della band deriva invece da un lungo processo di creazione a schema libero, condotto dai tre musicisti per quasi un decennio attraverso l’intersezione dei loro tre strumenti in una inconsueta dimensione cameristica. Nei dieci brani di “Small Obstacles”, la chitarra e le ritmiche di Gowaart Van Den Bossche (yadayn), il corno francese di Jonathan Baltussen e il violino di Lieze Van Herzeele, si combinano infatti senza sosta, disegnando intrecci di armonie acustiche al tempo stesso giocose e struggenti, che gettano una ponte tra linguaggi e culture musicali diverse.

Le geometrie variabili tra i tre musicisti generano un lavoro ricchissimo di suggestioni che, sul comune denominatore di un’ariosa indole cinematica, spaziano tra ricercate costruzioni cameristiche e una varietà di rimandi a tradizioni folk, dalle ricorrenti fragranze mitteleuropee e orientali. Lavorando in parallelo sui contenuti armonici e sulla ricerca sonora, il terzetto confeziona una sequenza di stanze musicali austere e dagli spiccati contenuti immaginifici, che da un lato rinvia alle eleganti sensazioni marine dei Rachel’s di “The Sea And The Bells“, dall’altro alle desertiche ambientazioni acustiche dei Balmorhea.

Ancorché caldamente consigliato agli estimatori delle band citate, “Small Obstacles” presenta tuttavia una propria decisa fisionomia espressiva, che ne fa un lavoro davvero sorprendente per la capacità di trascendere tradizioni musicali, stili e persino la stessa identità degli elementi del suo peculiare impianto strumentale, in una formula di riflessiva, coinvolgente placidità.

 


https://musicwontsaveyou.com/2018/05/07/zura-zaj-small-obstacles/

Mot clé :
%d blogueurs aiment cette page :